Abilitazione temporanea

Che cos’è e a cosa serve

L’abilitazione temporanea (AT) è un’abilitazione di sicurezza rilasciata in tempi brevi, in casi di particolare urgenza e per comprovate esigenze, che consente alle persone fisiche la trattazione di informazioni classificate “riservatissimo” o superiore.

Quando non serve

L’AT non è necessaria per eseguire lavorazioni riferite a contratti che necessitano di “speciali misure di sicurezza” o ai quali sia stata attribuita la classifica “riservato”.

Chi deve richiederla

L’AT non può essere mai richiesta dai singoli interessati, ma deve essere richiesta dal titolare, dal legale rappresentante o dal funzionario alla sicurezza (FAS) dell’operatore economico già munito di abilitazione di sicurezza (NOSI o AP) o che ne abbia richiesto il rilascio.
Fa eccezione  il caso del legale rappresentante dell’impresa, che può richiederla anche per se stesso.
Per i liberi professionisti, singoli o associati, è l’Amministrazione appaltante o usuaria del bene che, all’atto della presentazione della domanda di partecipazione alla gara, richiede il rilascio dell’abilitazione.

Come richiederla

l titolare, il legale rappresentante oppure il funzionario alla sicurezza (FAS) deve inviare:

La documentazione può essere inviata mediante:

  • posta elettronica certificata all’indirizzo absic@alfacert.gov.it,
    oppure
  • posta ordinaria all’indirizzo:

Presidenza del Consiglio dei ministri
Dipartimento delle informazioni per la sicurezza
Ufficio centrale per la segretezza
Via di Santa Susanna, 15
00187 Roma

Nota bene:

  • per ogni persona fisica deve essere prodotta una singola richiesta
  • è necessario indicare il motivo della richiesta (es. estremi del contratto riferito all’attività per la quale l’abilitazione stessa è richiesta) e il livello di classifica ed eventuale qualifica (es. NATO, UE) dell’abilitazione richiesta

Validità

L’abilitazione temporanea vale un massimo di 6 mesi dal rilascio, ed è prorogabile una sola volta.

Su