Intelligence Live all’Università di Modena e Reggio Emilia

5 aprile 2017

kit dello studente

Con l’incontro all’Università di Modena e Reggio Emilia Intelligence live è giunto oggi alla sua ventottesima tappa. Il roadshow rappresenta un vero e proprio “giro d’Italia in versione accademica” che, attraverso la contaminazione virtuosa tra intelligence e università, assume – come ricordato nell’ultima Relazione al Parlamento – il valore di una vera e propria “alleanza strategica per la sicurezza nazionale”.

Agli studenti che hanno partecipato al roadshow è stato consegnato un “kit dello studente”, con gadget e letture interessanti tra cui Gnosis – Rivista italiana di intelligence, insieme con un questionario, compilato in forma anonima, per evidenziare la conoscenza che i giovani hanno del mondo dell’intelligence.

Il programma dei lavori ha visto il saluto del Magnifico Rettore Angelo Oreste Andrisano, cui sono seguiti i saluti del Prefetto di Modena Maria Patrizia Paba e del Sindaco Gian Carlo Muzzarelli. Tra gli interventi anche quello del Direttore della Scuola di formazione del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica, Paolo Scotto di Castelbianco, e dei Professori Elisabetta Gualandri, Cesare Fantuzzi e Michele Colajanni.

Nell’intervento conclusivo, il Direttore generale del DIS, prefetto Alessandro Pansa ha evidenziato la vivace vocazione manifatturiera delle provincie di Modena e Reggio Emilia che esprime elevati standard tecnologici e capacità di innovazione, segnalando la necessità che l’intelligence fornisca alle istituzioni un qualificato supporto informativo e di analisi improntato a una sempre maggiore attenzione al mondo imprenditoriale e produttivo.

In particolare, il prefetto Pansa ha posto l’accento sull’urgenza di un accresciuto dialogo tra intelligence e operatori economici, anche al fine di elevarne il livello di consapevolezza, in modo particolare nell’ambito della sicurezza cibernetica che trova nell’università di Modena e Reggio Emilia un’espressione di eccellenza.

Rientra in questa logica l’obiettivo che l’Università di Modena e Reggio Emilia e il Comparto intelligence si sono dati con la firma odierna di un Accordo di collaborazione.

Tag:

Categoria: Archivio notizie

Su