E… state con l’intelligence

6 agosto 2014

E...state con l'intelligence

In spiaggia sotto l’ombrellone (o l’ombrello in questa estate un po’ anomala), sdraiati su un prato di montagna o, più semplicemente, sul terrazzo di casa vostra, l’estate è da sempre il momento migliore per dedicarsi a letture e approfondimenti che colgano più il senso del piacere che quello del dovere.

Così, che usiate un tablet o uno smartphone (se non avete già provato le versioni create ad hoc, è il momento di farlo) o che preferiate leggere su formato cartaceo, vi proponiamo un percorso per scoprire – o riscoprire – il sito del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica.

Se siete degli avidi lettori e volete “consigli” per un buon libro, la sezione letture è sicuramente quella che fa per voi. Vi troverete “classici” dell’analisi e della storia dell’intelligence, approfondimenti tematici e curiosità che potrete poi ulteriormente approfondire. Se invece siete già esperti (o appassionati con quel qualcosa in più) di tematiche di grande attualità, come il cyber o l’intelligence economica ed energetica, molti degli articoli che compaiono nelle pagine web de Il mondo dell’intelligence potrebbero fornirvi nuovi spunti di riflessione e di dibattito. La maggior parte di questi vi viene, inoltre, offerta in formato pdf, più accessibile sia per la lettura a video sia per un’eventuale stampa da portare con voi.

E se, dopo aver letto gli articoli e curiosato tra le varie sezioni, avete voglia di mettervi alla prova – trasformando la vostra passione, il vostro interesse e i vostri studi in un articolo da proporre – la sezione Scrivi per noi vi spiega quali sono il format e le specifiche richieste, e vi da tutte le informazioni utili per sottoporre al comitato di redazione i vostri manoscritti.

L’estate è anche un momento per ripensare un po’ a se stessi e – perché no – darsi nuovi obiettivi o aprirsi nuove strade. Un’occasione potrebbe essere quella di sottoporre all’attenzione del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica il vostro curriculum vitae, attraverso la procedura telematica presente sul sito. Se conoscete lingue rare, se ritenete di possedere skill peculiari può essere una buona occasione per farvi conoscere ed entrare in un database da cui, laddove in futuro se ne ravvisasse l’esigenza, le vostre capacità potrebbero essere “ripescate”. E nel frattempo potete anche scoprire presso quali università e centri di eccellenza approfondire tematiche di interesse per la sicurezza nazionale, sfruttando gli output di quella serie di accordi che sono stati, dal 2011 a oggi, firmati con molti dei migliori atenei italiani (e ancora altri sono in corso di definizione).

I laureati che abbiano discusso la propria tesi magistrale su un argomento inerente alla sicurezza nazionale tra il 1° gennaio 2012 e il 31 maggio 2014 (e con una votazione di almeno 110/110), potranno partecipare al Premio indetto dal Dipartimento delle informazioni per la sicurezza (DIS) inviando la propria candidatura entro il 30 settembre. Mentre maestri e genitori di studenti delle scuole primarie e secondarie di I grado potranno cominciare a organizzarsi per il Concorso Disegna l’intelligence per il quale sarà possibile inviare domande e materiali entro il 31 dicembre 2014.

Ma il sito del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica si pone, ormai da un anno a questa parte, anche come un elemento di continua novità, sperimentazione nella comunicazione e cultura della sicurezza, oltre a essere uno strumento utile per capire meglio l’attualità nazionale e internazionale. Nelle sezioni più istituzionali si possono, infatti, trovare le definizioni più corrette di termini di largo uso nei giornali e nella pubblicistica più comune, dal segreto di Stato al nulla osta di sicurezza, oppure video che spiegano, in maniera semplice e diretta, questioni complesse come la natura organizzativa del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica, i compiti di chi vi lavora o la minaccia cyber considerata sempre più una priorità per il nostro Paese, e non solo. E se ci sono parole o termini che ancora vi appaiono oscuri il glossario dell’intelligence vi aiuta a orientarvi, con un linguaggio meno burocratico, in un mondo che, dalla riforma del 2007 a oggi, continua a cercare di avvicinarsi ai cittadini che è primariamente chiamato a difendere.

Il sito dell’intelligence non vi lascia davvero mai soli e vi offre, ogni settimana, nuovi spunti di riflessione e dibattito oltre a occasioni di incontro e partecipazione attiva. Per ricordarvi – sempre e comunque – che oggi più che mai “sicurezza è libertà”.

Categoria: Archivio notizie

Su