Chi difende il Paese dalla minaccia cyber

3 ottobre 2014

Vi abbiamo raccontato, attraverso le immagini, la minaccia cyber. Abbiamo cercato di rendervi consapevoli dei suoi possibili sviluppi, delle conseguenze sulla vita quotidiana, sulle attività lavorative, sull’economia dei singoli e dell’intero Paese. Lo abbiamo fatto perché quella minaccia invisibile può far sì che bande criminali si approprino di informazioni sensibili o di proprietà intellettuali, attacchino infrastrutture di vitale importanza, minaccino la privacy dei singoli cittadini.

Ora, utilizzando ancora una volta il linguaggio visivo in maniera semplice e innovativa, vogliamo condividere con voi quanto il nostro Paese, il suo Governo e l’organismo principalmente deputato al compito di protezione in questo settore – il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica –, stanno facendo per prevenire, proteggere e porre rimedio alle conseguenze di eventuali attacchi cibernetici.

Attraverso una “cavalcata” visiva nel variegato impianto normativo che regola con precisione ogni azione di protezione del cyberspazio, raccontiamo come il benessere e la libertà dei cittadini, oggi, dipendano dalla sicurezza degli spazi virtuali in cui, ogni giorno, ci troviamo a operare. Dimensioni e ambienti che devono essere difesi, al pari del nostro territorio nazionale, con tutti gli strumenti a disposizione e all’interno di un quadro normativo chiaro e definito.

Difendere il paese dalla minaccia cibernetica è la vera sfida dell’era digitale. Raccontare come ciò avvenga, condividere l’importanza della prevenzione, della protezione, dell’azione possibile a garanzia dell’interesse nazionale, farlo in maniera semplice e immediatamente comprensibile, sono tra i compiti del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e, in particolare, della sua capacità comunicativa.

Perché senza conoscenza, consapevolezza e informazione, non possono esserci libertà e sicurezza.

Tag: ,

Categoria: Archivio video, Archivio notizie

Su