8 cose che (forse) ancora non sapete sul nostro sito

17 giugno 2016

numeri-web

  1. La nascita. Il sito del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica nella versione che conoscete ha debuttato online il 18 giugno 2013 per aprire una porta sul complesso mondo dell’intelligence nazionale e una finestra di dialogo con i cittadini. Un’operazione in linea con la riforma del 2007 e il bisogno – in un mondo sempre più liquido e, apparentemente, ‘open’ – di raccontare ciò che era sempre stato ritenuto irraccontabile, superando pregiudizi e stereotipi.
  2. Lettori, curiosi e appassionati. Dal 2013 le visualizzazioni del sito sono sempre state in costante aumento fino a superare  quota 4.000.000 di cui  oltre 1.500.000 nell’ultimo anno (tra il 16 giugno 2015 e il 16 giugno 2016) registrando un incremento del 10% rispetto allo stesso periodo nell’anno precedente.
  3. Chi siete e cosa fate? Sono le domande che più spesso si pongono i cittadini e cui il sito risponde con le ‘sezioni specchio’ del sito: Chi siamo e Cosa facciamo. Si tratta della parte più istituzionale e, per questo, più ‘statica’ del sito (a meno di cambiamenti nei vertici del Sistema o modifiche di legge). Ma è anche quella che più sembra rispondere all’esigenza di informazione del cittadino sulla reale natura e funzione istituzionale del Sistema. Le numerose visite alla sezione e le occasioni in cui, anche in incontri pubblici e articoli di giornali, vengono riprese le definizioni ufficiali delle pagine ne sono una evidente dimostrazione.
  4. Il sogno degli ‘007’. Lavora con noi, dopo la homepage, è la pagina più visitata del sito. Numerose sono le persone che vi ritornano più volte e la procedura per l’invio dei curriculum è ampiamente utilizzata con frequenti aggiornamenti. Un dato, tra gli altri: nella settimana successiva agli attentati di Parigi e Bruxelles la sezione ha raggiunto picchi di 1.500 visualizzazioni giornaliere, anche a conferma del bisogno dei cittadini di comprendere i fatti e contribuire a una sicurezza partecipata.
  5. Il potere delle immagini. Dall’apertura del canale Vimeo, dove sono stati depositati i video che appaiono sul sito, 1.500.000 persone lo hanno visitato. Solo nell’ultimo anno si sono registrate 11.000 visualizzazioni del video Vi raccontiamo cosa fanno i servizi segreti realizzato nel 2013. Una narrazione semplice ed efficace (e da sviluppare ulteriormente in futuro) per rispondere alla ‘fame’ di informazioni rispetto al ruolo autentico del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica.
  6. Il dialogo diretto con i cittadini. Con la nuova versione del sito del Sistema è stata anche aperta una casella di ‘comunicazione istituzionale’. Un vero e proprio punto di riferimento per tutti quei cittadini che vogliono comunicare con l’intelligence nazionale. E la risposta, soprattutto da tanti giovani, non è tardata ad arrivare. Dal 18 giugno 2013 a oggi, infatti, l’incremento del flusso di mail rispetto al triennio precedente è aumentato in maniera esponenziale. Oltre 20.000 sono state le comunicazioni giunte sulla casella di posta elettronica istituzionale – anche se non sempre in linea con il regolamento della nostra mail  – e 5.500 sono state le risposte fornite. 
  7.  Il contributo esterno di esperti, studiosi e appassionati. Nei tre anni di attività della sezione Il mondo dell’intelligence sono stati proposti 200 articoli di varia natura. Di questi 120 sono stati pubblicati e ripresi da agenzie stampa e altri siti e blog che si occupano di intelligence e sicurezza. Rispetto alle altre sezioni il tempo di permanenza dei visitatori sulle relative pagine è di oltre 3 minuti, a dimostrazione del fatto che gli articoli vengono letti integralmente e, spesso, commentati nelle mail inviate o nel web.
  8.  Un ‘popolo’ di scrittori e analisti intelligence. Dal 30 ottobre del 2013, quando è stata lanciata l’iniziativa Scrivi per noi, sono pervenuti al comitato di redazione de Il mondo dell’intelligence oltre 300 paper e articoli inerenti tematiche relative a intelligence e sicurezza. Ogni paper e articolo è stato letto, valutato e sottoposto a revisione prima della sua eventuale pubblicazione. Ma ovviamente noi ci aspettiamo di riceverne ancora tanti…

Tag: ,

Categoria: Archivio notizie

Su