Il Trattato INF e la nuova dottrina strategica russa

1 dicembre 2015

nato-eu-csi

di Danilo Secci

Abstract

Le relazioni tra NATO e Russia hanno raggiunto livelli di tensione paragonabili a quelli della Guerra Fredda. L’evoluzione della crisi in Ucraina e le crescenti capacità militari russe sono tra gli eventi che alimentano questo confronto. Ma alla base di questa nuova frattura tra Est e Ovest potrebbe esserci qualcosa che riguarda ancor più direttamente il futuro della sicurezza euro-atlantica. Danilo Secci, autore di questo contributo, sostiene che la giustificazione al ritorno alla contrapposizione tra Est e Ovest vada ricercata nel nuovo testo della Dottrina Strategica russa, di cui propone una sua lettura, e negli sforzi intrapresi da Mosca per lo sviluppo di un missile cruise a medio raggio in aperta violazione del Trattato INF che, più di altri elementi, pose fine alla Guerra Fredda.

Keyword:  Russia, dottrina militare, difesa

Il Trattato INF e la nuova dottrina strategica russa (PDF 214 kB)

L’autore

Danilo Secci è laureato con lode in Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Cagliari. Nel corso della carriera universitaria si è occupato di difesa e sicurezza internazionale. Vincitore di una borsa di studio Erasmus a Bruxelles, ha anche partecipato a un tirocinio europeo Leonardo alla House of Commons di Londra. Parla inglese, francese e cinese. Si occupa di questioni politiche, militari ed energetiche relative a Nato, Russia, Caucaso e Asia Centrale. È membro dell’International Institute for Strategic Studies (IISS) di Londra. Per il nostro sito ha scritto anche 1984: a un passo dalla guerra nucleare?

Tag:

Categoria: Approfondimenti

Su